Ecobonus per Schermature Solari

Ecobonus 2018

La Legge di Bilancio 2018, approvata a dicembre 2017, conferma la possibilità di detrarre le spese per le schermature solari nella misura del 50% (Art. 1 DDL), compresi i costi della manodopera e delle opere murarie necessarie per l'installazione. La detrazione può essere applicata sia alla spesa per nuove installazioni che per sostituzioni di vecchie schermature.
Se l'intervento viene applicato alle parti comuni di un condominio o a tutte le sue unità abitative, il bonus fiscale va dal 65 al 75%.
Negli anni precedenti la detrazione era fissata al 65%, quest'anno è stata ridotta al 50% - questa percentuale costituisce comunque un notevole recupero di denaro - e potrebbe ridursi ulteriormente nel 2019 (scendendo al 36%) quindi non perdete l'occasione di effettuare l'investimento quest'anno per recuperare la metà della spesa per schermature solari!
Per aver diritto alla detrazione, bisogna rispettare determinate condizioni, che vediamo di seguito insieme ad altre informazioni utili.

 

Ecobonus 2018 - FaQ

D.

Quanto si può detrarre?

R.

Il limite massimo per l'importo da portare in detrazione è 60mila €. L'importo viene diviso in 10 rate annuali consecutive, può raggiungere quindi la somma di 6mila € annui. Il limite massimo di detrazione è riferito all'unità immobiliare oggetto dell'intervento e non al singolo richiedente.

D.

Come funziona la detrazione?

R.

Cosa vuol dire portare in detrazione? La detrazione è l'importo che il contribuente ha il diritto di sottrarre dall'imposta lorda (totale delle tasse sui redditi di cui si è debitori verso lo stato). Facciamo un piccolo esempio. Un cliente spende 5.000 euro per la fornitura e la posa di tende da sole per la sua abitazione. Poiché in base alla legge di stabilità per il 2018 l'Ecobonus per le schermature solari è stato fissato al 50%, il cliente può recuperare 2.500 euro, divisi in 10 rate annuali da scalare dalle sue tasse personali.

D.

Cos'è una schermatura solare e quali caratteristiche deve avere per accedere all'Ecobonus?

R.

Le schermature solari sono "sistemi che, applicati all'esterno di una superficie vetrata trasparente permettono una modulazione variabile e controllata dei parametri energetici e ottico luminosi in risposta alle sollecitazioni solari". Di seguito elencheremo le tipologie di schermature solari per le quali si può usufruire dell'agevolazione fiscale indicate nell'allegato "M" del D.L. 311 del 2006:
• Tende esterne da sole mobili (tende a rullo, tende da terrazzo, tende a bracci, cappottine, pergole motorizzate) poste a protezione di una superficie vetrata cosi da regolare i flussi luminosi e termici
• Chiusure oscuranti (persiane, tapparelle, veneziane, frangisole orientabili e altro tipo di oscuranti)
• Tende tecniche da interni (tende a rullo, tende plissettate e veneziane da interni)
• Zanzariere e tende anti-insetto solo se dotate di "fattore solare", che ne definisca il grado di efficienza energetica e la classe di appartenenza e che rispetti i requisiti minimi indicati dal DM 26.06.2015
• Pergole con tende in tessuto o con lamelle orientabili (bioclimatica)

Le schermature solari devono essere:
- a protezione di una superficie vetrata;
- applicate in modo solidale con l'involucro edilizio e non liberamente montabili e smontabili dall'utente;
- applicate all'interno, all'esterno o integrate rispetto alla superficie vetrata;
- aggettanti o in combinazione con vetrate;
- mobili;
- schermature "tecniche" dotate di una documentazione che ne indichi il fattore solare, identificato con la sigla Gtot. Il Gtot indica la protezione solare ottenuta dalla combinazione tra vetro e tenda applicata.

Per le chiusure oscuranti (persiane, veneziane, tapparelle, ecc.) vengono considerati tutti gli orientamenti. Per le schermature non in combinazione con vetrata vengono escluse quelle con esposizione a nord.

D.

In quale tipo di immobile si può installare una schermatura solare affinché si abbia accesso alla detrazione fiscale?

R.

Sono compresi tutti gli immobili che alla data della richiesta di detrazione siano accatastati o con richiesta di accatastamento in corso. L'immobile deve essere in regola con il pagamento dei tributi. Sono compresi gli immobili destinati alle attività d'impresa o professionale, quali uffici, bar, negozi, ristoranti e alberghi.

D.

Chi può beneficiare della detrazione fiscale?

R.

Tra le persone fisiche che hanno sostenuto le spese, possono fruire della detrazione fiscale:
- i titolari di un diritto reale sull'immobile;
- i condòmini, per gli interventi sulle parti comuni;
- gli inquilini;
- i familiari fino al terzo grado, conviventi con il possessore;
- chi detiene l'immobile in comodato.

D.

Qual'è la procedura per accedere alla detrazione fiscale?

R.

1. Acquisto prodotto.
2. Ricezione fattura di acquisto.
3. Pagamento con bonifico bancario o postale "Parlante" (si tratta di un modello di bonifico apposito obbligatorio nel caso di richiedente persona fisica) che rechi chiaramente come causale il riferimento alla legge finanziaria 2007, numero e data della fattura oltre ai dati del richiedente la detrazione e del beneficiario del bonifico oltre che i dati dell'immobile in oggetto. A questo bonifico la banca, in rispetto della legge, applicherà una ritenuta d'acconto dell'8% (questo significa che il beneficiario del bonifico, quindi l'impresa, otterrà un pagamento "decurtato" dell'8%).
4. Invio dati entro 90 giorni dalla fine dei lavori. Bisogna iscriversi al sito dell'ENEA, inserire i dati necessari come beneficiario della detrazione (codice fiscale, cognome, nome, comune e data di nascita, sesso) e compilare la scheda descrittiva dell'intervento, l'allegato F (es. ubicazione dell'immobile, superficie, tipo di impianto termico, esposizione della tenda, ecc.).
5. Conservare i documenti e portarli al proprio consulente fiscale. Tutti questi documenti (ricevuta ENEA, copia dell'allegato F dell'ENEA, ricevuta del bonifico parlante, fattura, schede tecniche) devono essere conservati e portati al proprio commercialista o CAF in occasione della dichiarazione dei redditi.

Potete scaricare qui il vademecum dell'ENEA per le schermature solari, ma Tende da sole e Pergole vuole facilitare ulteriormente le cose per i propri clienti: sarà infatti lo staff di Tende da sole e Pergole a gestire la pratica per l'ENEA a costo zero!

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti. Si rinvia all'informativa estesa per ulteriori informazioni.
Continuando la navigazione su tendedasoleepergole.it senza modificare le impostazioni del browser, l'utente accetta tale utilizzo.

OK